Chiuse 55 scuole nelle Filippine

17/07/2019

Il dipartimento dell’istruzione delle Filippine, un’istituzione che si suppone debba proteggere l’educazione dei giovani, ha chiuso insieme a gruppi di militari ben 55 scuole Lumad sull’Isola di Mindanao. Segnaliamo che la comunità Lumad, la popolazione indigena che vive nelle Filippine da tempi remoti e ancestrali, è sostenuta da parecchi anni dalla Fondazione Senza Frontiere-Onlus.


Immagine tratta dal sito web Inquirer.net

La domanda che potrebbe sorgere spontanea è: perché queste persone vengono perseguitate e arrestate? In queste zone le controversie per le risorse da sfruttare sono la radice delle violenze. L’intenzione del Governo centrale è di far evacuare questi territori, ma le comunità Lumad considerano il sud delle Filippine e l’isola di Mindanao la loro terra sacra e ancestrale. Dal 2010 ad oggi decine di indigeni sono stati uccisi e l’occupazione dei loro territori ha costretto migliaia di persone ad abbandonare la propria terra.

Per maggiori approfondimenti
--> Articolo dell'Inquirer.net
--> Pagina facebook "Save Our Schools Network"